spacer

bassano del grappavicenzavenetoitaliaEuropaasac feniarco

spacer

Prossimo Appuntamento

Nessun evento

Calendario Eventi

Dicembre 2017
L M M G V S D
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31

goes east irUn successo i vari concerti tenuti anche a Cagliari .

Ozieri, 08/11/2009. Le voci corali di Ozieri si fondono con quelle di Bassano

Chiusura festosa, fra gli applausi scroscianti di un pubblico competente e folto domenica pomeriggio a Cagliari nel Parco Monteclaro...

ROTARY CLUB BASSANO
Campolongo, concerto e omaggio di poesie all’indimenticato Pistorello

Mercoledì 22 Luglio 2009, Campolongo - Roberto Lazzarato
Una serata densa di emozioni, quella promossa dal giornalista Giandomenico Cortese, neo presidente del Rotary Club Bassano, in collaborazione con la Pro loco del presidente Ruggero Rossi, per ricordare il poeta bassanese Gino Pistorello.

Simbiosi tra poesia e arte
Il volume con le poesie di Eusebio "Berna Vivian" e le illustrazioni del maestro Giulio Carandente presentato in un affollato incontro al Museo Civico
Il maestro Giulio Carandente e il poeta Eusebio "Berna" Vivian

Il maestro Giulio Carandente e il poeta Eusebio "Berna" Vivian
E' stato il Coro Bassano, recente vincitore del “Premio Città di Bassano”, ad aprire e a chiudere con alcuni apprezzati canti l'affollato incontro in Sala Chilesotti al Museo Civico di Bassano del Grappa per la presentazione del volume “Questa nostra terra”: pregiata pubblicazione che raccoglie le liriche del poeta dialettale bassanese Eusebio “Berna” Vivian, corredate dalle immagini dei dipinti del maestro Giulio Carandente, artista napoletano da molti anni residente a Cassola.
Il volume racchiude una trentina di testi poetici di Vivian, scritti in dialetto e in lingua italiana, dedicate alla città di Bassano, alle sue feste popolari, ai simboli della sua storia e alle sue bellezze artistiche e architettoniche. In uno dei capitoli, intitolato “Esagonando”, la sensibilità dell'autore si allarga alle vicine realtà di Marostica, Cittadella, Asolo, Possagno e Castelfranco per un'ideale congiunzione poetica tra le città dell'Esagono.
Alle liriche di “Berna” fanno da contrappunto le illustrazioni di Giulio Carandente, che interpretano lo spirito del nostro territorio, associato ai temi delle poesie, nella particolare e inconfondibile visione dell'artista caratterizzata da un vivace e prorompente gioco di colori.
Nell'incontro in Sala Chilesotti, i contenuti del volume sono stati presentati da un accorato intervento del prof. Giorgio Pegoraro. La figura dei Eusebio Vivian è stata invece tracciata da una sentita biografia scritta da Elio Fox, direttore della rivista “Ciàcere en trentin”, e letta dal prof. Evaristo Borsato.
Il grande “Berna” ha letto ad alta voce alcune sue poesie, emozionando i presenti. L'atteso appuntamento è stato introdotto dalla proiezione di un Dvd con le immagini di Giulio Carandente e la musica del compositore bassanese Stefano Marchioro: felice esempio di quella “Multiarte” di cui l'artista partenopeo è il riconosciuto promotore.
Concludendo l'incontro Eusebio Vivian ha dato in omaggio alcune copie del volume al direttore del Coro Bassano, maestro Filiberto Zanella, e a tutti i coristi, ciascuna con una dedica diversa scritta di suo pugno. Alessandro Tich, 26 Gen 2009 )

I vincitori del Premio Città di Bassano
All’Astra il 19 gennaio la consegna di premi e benemerenze a cittadini che testimoniano i valori della città di Bassano
Il Sindaco di Bassano e l’Assessore alla Cultura Luciano Fabris hanno annunciato i nomi dei destinatari dei Premi “Città di Bassano 2009”. I preziosi riconoscimenti saranno consegnati al Teatro Astra il 19 gennaio, giornata dedicata ai festeggiamenti di San Bassiano, patrono della città.
Riceverà il "Premio Cultura”, onorificenza istituita dal 1978, il Professor Luigi Secco, studioso, pedagogo ed educatore, per anni figura di spicco e riferimento della cultura universitaria e bassanese.
Il Premio “Città di Bassano" andrà quest'anno al Coro Bassano diretto dal maestro Filiberto Zanella, un gruppo corale che ha appena festeggiato i 60 anni di attività. Riconoscimenti e benemerenze alla Casa di riposo Gaetana Sterni, alla società Tennis Bassano, e al poeta dialettale Nico Bertoncello.
I premi saranno consegnati nel corso della cerimonia dedicata a S. Bassiano, il vescovo martire a Lodi nel 409 di cui quest'anno si celebrano i 1600 anni dalla morte. In mattinata alle ore 10 ci sarà la Messa celebrata dal vescovo in Duomo.
L'appuntamento con la cerimonia a cui tutta la cittadinanza è invitata sarà per le ore 17.
Dopo la premiazione ci si sposterà al Museo Civico per la visita di rito. In serata alle ore 21 sempre al Teatro Astra la Filarmonica Bassanese proporrà il tradizionale concerto dedicato alla città.

L'appuntamento con la cerimonia a cui tutta la cittadinanza è invitata sarà per le ore 17.
Dopo la premiazione ci si sposterà al Museo Civico per la visita di rito. In serata alle ore 21 sempre al Teatro Astra la Filarmonica Bassanese proporrà il tradizionale concerto dedicato alla città.

Stampa E-mail

Bassano InCanto raddoppia !
LA GAZZETTA BASSANESE - N. 76 - Giugno 2003
Il coro fa il bis. Il tempo passa e il GRUPPO POLI-FONICO NUOVA ARMONIA torna con la seconda edizione di BASSANO INCANTO.
Dopo essere stati a Bassano Del Grappa e aver riscosso molti consensi, e dopo aver proposto la manifestazione NATALE IN ARMONIA durante le passate festività natalizie, che ha visto protagonisti assieme alla corale bassanese, anche il Coro Bassano di Bassano del Grappa e la Corale Cento torri di Ascoli Piceno, ci riproponiamo ai nostri concittadini con una serata all'insegna del canto corale.
E' prevista, infatti, per il 21 Giugno prossimo alle ore 21,00, presso la Chiesa Monumentale S. Vincenzo Martire, la seconda edizione di Bassano InCanto, alla quale parteciperanno oltre alla corale cittadina altri due cori tra i quali la corale abruzzese LUCO DEI MARSI.
La novità di quest'anno però è un'altra: noi del GRUPPO POLIFONICO NUOVA ARMONIA abbiamo deciso di aderire all'iniziativa SALVIAMO L'ORATORIO, lanciata pochi mesi fa dall’Associazione Culturale La Rocca in collaborazione con la Parrocchia di don Maurizio Medici e l’Associazione Pro Loco.
Infatti, ci siamo resi conto dell'importanza che deve avere questa struttura per noi cittadini di Bassano Romano. Non sarà previsto nessun biglietto d'ingresso ma saranno posizionati dei contenitori nei quali chiunque potrà lasciare la propria offerta.
Certi di una forte partecipazione di tutta la cittadi-nanza, e di avere un pubblico caloroso come le volte scorse, vi prometti-amo che andrete a casa più contenti per due motivi: il primo è che avrete fatto qualcosa per Voi stessi aiutandoci a salvare l'oratorio, il secondo è che comunque avrete ascoltato del bel canto

Deus ti salvet Maria in Vaticano

Nella grandiosa Sala Nervi hanno incantato gli oltre 7000 fedeli con una splendida "Deus ti salvet Maria"
Continua il rapporto di amicizia fra il Coro Città di Ozieri e il Coro Bassano di Bassano del Grappa. Un rapporto di amicizia, nato sette anni fa in occasione della partecipazione del coro di Bassano alla Sagra della Madonna del Rimedio, che si è consolidato nel tempo con una serie di continui scambi culturali fra i due gruppi.

Nel 2002 il Coro Città di Ozieri partecipò alla rassegna bassanese "10 Ore in Canto" insieme ad altri cori fra i quali anche il coro di Bassano Romano (in provincia di Viterbo) i cui componenti espressero il desiderio di intraprendere con il gruppo ozierese più assidui rapporti.

[da La Nuova Sardegna - Articolo di Gerolamo Squintu]
A conclusione di un comune progetto di lavoro il Coro Città di Ozieri è stato quindi chiamato nei giorni scorsi a esibirsi nella Tuscia. Esordio alla grande con un applauditissimo concerto organizzato dall'Arci e dall'amministrazione del Comune di Blera.
Trasferimento nella tarda serata a Bassano Romano per un altro seguitissimo concerto nella chiesa parrocchiale unitamente all'affermato coro locale "Nuova Armonia" diretto dal maestro Ennio Francesconi che in onore degli ospiti isolani ha eseguito fra gli altri brani, due pregevoli arrangiamenti di "Non poto reposare" e "Notte de Chelu".
Gli ozieresi hanno presentato, con la bachetta della maestra Salvina Sanna direttrice del Coro Cantori del Logudoro, il classico "Babbu Soberanu - Padre Nostro". La prosecuzione, sotto la direzione del maestro Mario Coloru, con il ricco repertorio, a partire dai canti settecenteschi "Sos Ibbavados", e il ben noto "Innu d su patrotu sardu a sos feudatarios" su testo dell'ozierese Francesco Ignazio Mannu.

Particolarmente graditi dal folto pubblico i brani "Lamone" e "Ojos de Ammaju". Unanimi consensi in chiusura per il Coro di Bassano del Grappa, diretto dal Maestro Marin.
Il giorno seguente, in mattinata, esibizione nel Museo storico dell'Aeronautica Militare di Vigna di Valle nei pressi del Lago di Bracciano, Esecuzione di canti natalizi e dell'inno della Brigata Sassari su preciso invito del comandante della Caserma.
Più nella splendida chiesa di San Vincenzo Martire a Bassano Romano, il Coro Nuova Armonia e il Coro Bassano hanno preceduto il Coro Città di Ozieri che ha avuto l'onore di chiudere la serata.
La storia ed il lungo, più che ventennale percorso del gruppo, è stato illustrato dal tenore Gavino Farina che ha fornito notizie e riferimenti culturali molto apprezzati dall'attento e competente uditorio.
Si è partiti con "Non poto reposare" (ottimo solista Gian Mario Bittau) e alla magnifica interpretazione del Maestro Mario Coloru che ha interpretato con estremo sentimento e viva partecipazione il suo capolavoro "S'ultima serenada".

Il sindaco di Ozieri Leonardo Ladu che aveva raggiunto in terra viterbese i coristi, ha espresso loro il suo personale plauso per l'opera di divulgazione della tradizione musicale sarda da essi sempre svolta.
Mercoledì 10 dicembre, infine, i cori di Bassano del Grappa ed il Città di Ozieri hanno intrattenuto con enorme successo per più di un'ora gli oltre settemila fedeli convenuti nella grandiosa Sala Nervi in Vaticano dove hanno partecipato assieme a vari gruppi internazionali all'udienza generale del Santo Padre Benedetto XVI il quale così come diversi grandi dignatari ecclesiastici presenti in sala, ha mostrato particolare gradimento per una splendida "Deus Ti Salvet Maria"

euromeccanica 1 facebook solevoci wikipedia youtube